Home»Cultura»TUTTO PRONTO PER LA 659ª FESTA DI SANT’ANTIOCO, PATRONO DELLA SARDEGNA, DAL 14 AL 16 APRILE

TUTTO PRONTO PER LA 659ª FESTA DI SANT’ANTIOCO, PATRONO DELLA SARDEGNA, DAL 14 AL 16 APRILE

di Marco Loi

1
Shares
Pinterest Google+

Come da tradizione ormai secolare, due settimane dopo la Pasqua si celebra la festa di Sant’Antioco Martire, la più antica festa della Sardegna legata al Patrono della città e dell’isola. Alla presenza del sindaco e degli assessori al turismo e alla cultura, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del calendario degli eventi che si articoleranno a cavallo tra il 14 e il 16 Aprile. L’importanza della festa in onore del santo medico della Mauretania, giunta ormai alla 659ª edizione, è testimoniata dalle parole dello stesso sindaco Ignazio Locci sottolineando “il grande sforzo, dell’amministrazione comunale, nell’impiego delle risorse disponibili, anche in tema di sicurezza, le cui misure saranno imponenti, come previsto dalla normativa antiterrorismo”. La festa di Sant’Antioco non è solo la festa dei cittadini dell’omonimo comune, ma dell’isola e di tutta la Sardegna quale promozione del territorio, come più volte sottolineato da Ignazio Locci. 

Nella brochure realizzata con il calendario degli eventi, sarà presente sia il programma delle manifestazioni collaterali alla festa, sia il programma religioso dove sarà possibile trovare tutte le celebrazioni religiose approntate dalla curia, come lo stesso don Mario Erriu, presente alla conferenza, a più riprese ha sottolineato.

Di sicuro interesse sarà la parte culturale e turistica dell’evento, in cui “storia, fede e legame col territorio” saranno il trait d’union tra il sacro e il profano.  L’assessora Rosalba Cossu, evidenziando il forte legame tra cittadini e fede verso il  Santo ha annunciato l’inaugurazione della mostra, a cura degli studenti delle scuole superiori di Sant’Antico, nel palazzo del Capitolo, di  Jacopo Scassellati, uno dei più importanti artisti nel panorama nazionale. Le opere dell’artista potranno essere ammirate dal 14  Aprile. Le grandi novità di questa edizione saranno la collaborazione con l’Enit di Londra, Agenzia Nazionale del Turismo e la nascita dell’applicazione, per smartphone e tablet, dove connettersi per trovare tutti gli eventi in tempo reale. La stessa assessora al turismo Roberta Serrenti ha annunciato gli eventi clou della festa, la Fiera Enogastronomica, con stand provenienti da tutta la Sardegna, l’esibizione di ben tredici gruppi folk e il concerto musicale del gruppo Sud Sound System & Bag a Riddim Band, formazione del Salento, con musiche tra ritmi giamaicani e sonorità locali, in programma sabato 14 aprile alle ore 21. Non mancheranno i classici della festa, come le Pariglie“Sa cursa po Santu Antiogu”, domenica alle 15.00 nel Lungomare-Parco giardino, e lo spettacolo pirotecnico che chiuderà la tre giorni di festeggiamenti, lunedì 16 dalle 22 nel Lungomare.

Previous post

SULCIS, CAMBI AI VERTICI SINDACALI: ANTONELLO CONGIU ALLA CGIL, MANOLO MUREDDU ALLA FSM CISL

Next post

IGLESIAS, NUOVA VITA PER IL MUSEO DI MINERALOGIA: "LA PORTA D'INGRESSO DEL PARCO GEOMINERARIO"

No Comment

Leave a reply