Home»Sulcis Iglesiente»SULCIS IGLESIENTE: STRADE INVASE DALLE ERBACCE. RUBIU “SITUAZIONE CRITICA”

SULCIS IGLESIENTE: STRADE INVASE DALLE ERBACCE. RUBIU “SITUAZIONE CRITICA”

6
Shares
Pinterest Google+

La segnaletica ai bordi della carreggiata è nascosta dalle erbacce. I limiti delle strade sono invasi di sterpaglie alte un metro. E’ la fotografia della bretella che da San Giovanni Suergiu porta dritta a Giba e Masainas. Stesso copione sul budello che da Villamassargia conduce verso Iglesias, con la periferia della città che si riempie di gramigne aumentando i pericoli per gli automobilisti ed i centauri. Percorrendo il collegamento da Carbonia a Portoscuso, le insidie aumentano con il passare dei giorni e la vegetazione si espande incontrollata. Sicurezza a rischio, dunque, lungo le strade provinciali del Sulcis Iglesiente. Erbacce che si aggiungono alle trappole dovute da voragini e buche lungo i percorsi. Il capogruppo dell’Udc in Consiglio regionale, Gianluigi Rubiu, non nasconde la preoccupazione: <<E’ una situazione davvero critica – esordisce – E’ indiscutibile che questa è una stagione particolare con piogge abbondanti e ancora frequenti ma non si può arrivare a maggio in questo stato di degrado>>. L’esponente dei moderati mette l’accento sul perdurare di questo stato di cose: <<Con un abbandono senza precedenti – conclude Rubiu – della rete stradale che si allunga sul territorio. Non immaginiamo cosa potrebbe accadere con le alte temperature, visto il pericolo che le erbacce possano diventare un’esca per gli incendi. Di sicuro, le sforbiciate delle risorse hanno provocato la scarsa manutenzione delle infrastrutture. Auspichiamo un intervento della Regione per supportare gli interventi degli enti locali atti a mettere in sicurezza le strade del Sulcis Iglesiente>>.

Previous post

IGLESIAS, CONVEGNO SULLA SANITA': "AMICI DELLA VITA" E CANDIDATI SINDACI A CONFRONTO

Next post

MONTEVECCHIO: INAUGURATA LA GALLERIA ANGLOSARDA. DAL 26 MAGGIO "LA GIORNATA NAZIONALE DELLE MINIERE"

No Comment

Leave a reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.