Home»Sulcis Iglesiente»SANT’ANTIOCO: VALORIZZAZIONE E MANUTENZIONE SITO ARCHEOLOGICO

SANT’ANTIOCO: VALORIZZAZIONE E MANUTENZIONE SITO ARCHEOLOGICO

di Veronica Scontus

5
Shares
Pinterest Google+

Il comune di Sant’Antioco, ha avviato un progetto che consiste nella manutenzione e in particolare, nella valorizzazione dei principali siti archeologici situati lungo il Cammino di Santa Barbara.
La Fondazione Cammino di Santa Barbara ha pubblicato un avviso con cui intende selezionare 40 risorse umane da destinare a quattro differenti aree d’intervento; tra queste, su iniziativa del Comune di Sant’ Antioco che ha collaborato attivamente alla redazione progettuale, troviamo anche il “Cantiere archeologico di Sant’Antioco”, che comprende siti di interesse urbani ed extraurbani e si servirà di dieci delle 40 figure selezionate.
Questo progetto ha come obiettivo principale la tutela e la salvaguardia di alcuni beni archeologici, tra i più importanti; le altre tre zone del Sulcis  che saranno sottoposte a questo intervento sono: Nuraghe Sirai (Carbonia); Complesso archeologico di Pani Loriga (Santadi) ; e infine Nuraghe Seruci (Gonnesa).
Il progetto ha, comunque, come obiettivo principale quello di reintrodurre nel sistema lavorativo gli ex lavoratori della società ATI-IFRAS, licenziati a causa del cessato lavoro contrattuale tra la stessa ATI e l’Amministrazione Regionale con particolare riguardo a coloro che erano impiegati presso il “Parco geominerario della Sardegna”.
Per consentire questo,è necessario presentare la domanda di partecipazione con i relativi allegati; quest’ultima dovrà pervenire improrogabilmente entro le 12.00 del 26\01\2018 presso P.zza Municipio,1-09015 Iglesias (SU)-Fondazione Cammino Minerario di Santa Barbara-Palazzo del Municipio 1° Piano,o attraverso una raccomandata all’indirizzo:P.zza Municipio,1-09016 Iglesias (SU)

Previous post

SARDEGNA: UNICA POSSIBILE META!

Next post

ESCALAPLANO E LA SUA "SA PANIXEDDA"

No Comment

Leave a reply