Home»Cultura»SANT’ANTIOCO: RIENTRANO NEL MUSEO DUE IMPORTANTI REPERTI FENICIO-PUNICO

SANT’ANTIOCO: RIENTRANO NEL MUSEO DUE IMPORTANTI REPERTI FENICIO-PUNICO

da Redazione

5
Shares
Pinterest Google+

Dopo anni di assenza, al Museo archeologico “Ferruccio Barreca” di Sant’Antioco, fanno ritorno due dei reperti più pregiati dell’intera collezione fenicio-punica. Dal 9 agosto, infatti, l’orlo di coppa ionica in argento con un’importantissima iscrizione (che ci informa delle cariche amministrative della Sulky punica del III secolo a.C.) e il celebre anello punico con rosetta centrale della Sulky del IV secolo a.C., tornano a fare bella mostra di sé negli spazi museali. L’operazione si è realizzata con la collaborazione della Soprintendenza Archeologica della Sardegna, del Soprintendente Fausto Martino e la responsabile della zona del Sulcis-Iglesiente Sabrina Cisci.

Un ritorno a casa che salutiamo con grande entusiasmo,- dichiarano l’assessore Rosalba Cossu e il Sindaco Ignazio Locciconsiderato l’inestimabile valore dei due reperti. L’orlo di coppa ionica, estremamente raro e di straordinaria importanza per le informazioni scientifiche che fornisce, mancava dal MAB da ben sette anni: si trovava, infatti, in mostra a Cagliari dal 2010. L’anello, invece, era in esposizione dal 2016 in Germania, a Kalkriese, presso il Warusschlacht Museum. Questa notizia, che rappresenta per noi un vero e proprio evento,- concludono gli amministratori – si inserisce nel solco del nostro progetto di rivalorizzazione culturale dei beni che definiscono l’identità antiochense, a partire proprio dal nostro sconfinato patrimonio archeologico.”

Previous post

ARRIVI E PARTENZE: NEWS SUI SULCITANI DEL PALLONE

Next post

UNA DEA MADRE TRA I MONTI DELLA BARBAGIA. GISELLA VACCA: SULLA MIA CARNE MORBIDA

No Comment

Leave a reply