Home»Economia e Lavoro»MOBILITA’ IN DEROGA: SBLOCCATE LE INDENNITA’ PER LE AREE DI CRISI COMPLESSA

MOBILITA’ IN DEROGA: SBLOCCATE LE INDENNITA’ PER LE AREE DI CRISI COMPLESSA

di Carlo Martinelli

6
Shares
Pinterest Google+

I lavoratori delle aree di crisi complessa di Portovesme e Porto Torres beneficiari della mobilità in deroga per il secondo semestre del 2018 potranno tirare un sospiro di sollievo. Dal Ministero del Lavoro è arrivata, ieri, l’autorizzazione alla Regione per procedere con le determine di pagamento. L’iter amministrativo si era bloccato proprio perché mancava il nulla osta ministeriale visto che negli uffici dell’assessorato al Lavoro tutto era pronto per dar corso ai mandati di pagamento. Questo ritardo ha causato la sospensione dei pagamenti delle indennità per il mese di luglio causando ulteriori disagi alle centinaia di famiglie che contano su questo temporaneo sostegno economico. La scorsa settimana una rappresentanza di lavoratori e sindacalisti si è recata presso l’assessorato al Lavoro per rivendicare il rispetto degli impegni assunti. L’assessora al Lavoro Virginia Mura aveva, in quell’occasione, rassicurato gli operai che l’iter burocratico aveva subito solo un rallentamento e, nel giro di qualche giorno, avrebbe ripreso il suo corso. La buona notizia è arrivata ieri presso gli uffici della Regione che ora potranno definire le procedure con l’invio all’Inps delle autorizzazioni al pagamento delle indennità fino a dicembre. “La protesta pacifica della scorsa settimana ha sortito l’effetto sperato, commenta Renato Tocco della Uilm del Sulcis Iglesiente. È chiaro che la situazione necessita di continui controlli perché le famiglie che ricevono l’indennità hanno bisogno di questo sostegno. Ecco perché le procedure burocratiche, in certi casi, dovrebbero avere delle corsie preferenziali”.

Previous post

ANDREA MURA (EX M5S) LASCIA IL PARLAMENTO. LETTERA DI DIMISSIONI AL PRESIDENTE ROBERTO FICO

Next post

I CONCERTI A BUENOS AIRES E TUCUMAN DI ELIANA SANNA E IL GRUPPO TAIFA

No Comment

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.