Home»Cultura»MINI FESTIVAL PER LE SCUOLE 2018. A CURA DI ANTON STADLER

MINI FESTIVAL PER LE SCUOLE 2018. A CURA DI ANTON STADLER

da Redazione

3
Shares
Pinterest Google+

Anche per il 2018 ritorna il Mini Festival per le scuole, il progetto di audience building ideato e organizzato dall’Associazione Culturale Anton Stadler per la formazione musicale del pubblico dei più piccoli.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della programmazione della 20° edizione del Festival Internazionale di Musica da Camera. Quest’anno, dopo il successo delle precedenti edizioni, per il giovane pubblico sarà destinato un cartellone di 9 eventi da marzo a novembre che coinvolgerà 4 comuni e 6 istituti comprensivi del territorio.

In collaborazione con gli istituti comprensivi coinvolti, i dirigenti scolastici, gli insegnanti e le famiglie degli studenti, che hanno accolto l’iniziativa, per il 2018 si snoderà un itinerario musicale ricchissimo che guiderà i giovani ascoltatori alla scoperta della musica di qualità: dal tango, alla musica classica, fino alle sonorità popolari mitteleuropee.

Dopo i primi due appuntamenti tenutisi nel mese di marzo presso l’Istituto Comprensivo di Villasor, il 23 e il 30 aprile il Mini Festival approda a Villamassargia, presso i locali di Casa Fenu per una platea di circa 200 bambini tra Scuola Primaria e Scuola Secondaria di I grado.

In programma lo spettacolo “Tango Experience” proposto da Fabio Furia, bandoneon e Maura Porru, pianoforte. Un’iniziativa finalizzata a fornire ai più piccoli un’occasione formativa per entrare a contatto con il linguaggio musicale e con le sue infinite potenzialità comunicative, alla scoperta degli strumenti musicali impiegati e del mestiere del musicista.

I prossimi appuntamenti saranno in tutto 5. I primi due si terranno rispettivamente nel mese di maggio presso l’Istituto Comprensivo T. Cossu di Teulada mentre gli ultimi tre saranno realizzati come di consueto nel periodo autunnale presso il Teatro Electra di Iglesias. L’ingresso è riservato agli studenti degli istituti coinvolti.

Il progetto è realizzato grazie al sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Autonoma della Sardegna (Ass. Pubblica Istruzione, Informazione, Spettacolo e Sport) e del Comune di Iglesias.

Previous post

SASSARI: "CANTIERE POETICO" IN PREPARAZIONE DI "OTTOBRE IN POESIA"

Next post

RWM: M5S "PIANO DI RICONVERSIONE". FDI "RICOMINCIA IL LINCIAGGIO"

No Comment

Leave a reply