Home»Regione»LOCCI: PER LA NAUTICA DA DIPORTO LA GIUNTA ASCOLTI I CONSIGLI DI CONFINDUSTRIA

LOCCI: PER LA NAUTICA DA DIPORTO LA GIUNTA ASCOLTI I CONSIGLI DI CONFINDUSTRIA

da Redazione

3
Shares
Pinterest Google+

La politica segua i buoni consigli del Presidente di Confindustria Sardegna. I numeri e l’analisi sulle potenzialità offerte dal comparto della nautica da diporto evidenziati da Alberto Scanu, parlano chiaro: la Sardegna, se solo fosse guidata da una classe dirigente all’altezza, potrebbe mettere a frutto le enormi potenzialità di crescita di cui dispone. Ma la Giunta di Francesco Pigliaru è sorda ai richiami provenienti dal mondo dell’imprenditoria. E ogni volta che un assessore regionale parla di lavoro e sviluppo, dieci aziende sarde muoiono e chiudono i battenti. E a noi vengono i brividi, perché Pigliaru e soci non sanno di cosa parlano.

La strategicità dei porti turistici sardi, che conta il 10% dell’offerta italiana, è indubbia: come sottolinea il Presidente di Confindustria, ogni euro speso nella nautica da diporto ne attiva quattro nell’economia generale. La Sardegna, però, non solo paga il prezzo di una classe dirigente che non ci crede, ma anche di problemi strutturali che si trascina da sempre e che con questo Esecutivo non hanno ancora trovato soluzione. Basti pensare alla complessità delle norme che regolano l’uso del Demanio. Nell’Isola, infatti, esistono esempi di Comuni costretti a pagare canoni per porzioni di terreno nel tempo migliorate e destinate alla collettività.

Il fatto che questa Giunta non creda nel turismo è testimoniato dai numeri della Finanziaria 2017, con la quale si destina al comparto turistico solo lo 0,47% dei 7,6 miliardi di euro disponibili. Una cifra irrisoria, che la dice lunga su quanto il centrosinistra consideri strategico questo settore. La Regione deve invertire la tendenza e ascoltare una buona volta i suggerimenti che provengono dal mondo delle imprese. Quella che chiede a gran voce sviluppo e occupazione è la Sardegna reale. Ne prendano atto, i professori, prima che sia troppo tardi.

Ignazio Locci

Vicepresidente Consiglio regionale

 

Previous post

CARBONIA: PROSEGUE LA STAGIONE TEATRALE CON IL RACCONTO DANZATO "GEORGE SAND - UOMO E LIBERTÀ"

Next post

SAN GIOVANNI SUERGIU: LA PALESTRA COMUNALE INAGIBILE SOLO PER LA SCUOLA MA NON PER LE SOCIETÀ SPORTIVE.

No Comment

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.