Home»Primo Piano»IGLESIAS, SANITA’ ZOPPA: LA PROTESTA DEL CONSIGLIO COMUNALE E DEI SINDACI DELL’IGLESIENTE

IGLESIAS, SANITA’ ZOPPA: LA PROTESTA DEL CONSIGLIO COMUNALE E DEI SINDACI DELL’IGLESIENTE

di Carlo Martinelli

5
Shares
Pinterest Google+

Un consiglio comunale straordinario convocato davanti al palazzo regionale di Viale Trento a Cagliari per rivendicare l’applicazione della legge di riordino della rete ospedaliera sarda e il rispetto della dignità dei cittadini del territorio. Quella di oggi del Consiglio comunale di Iglesias è stata una decisione condivisa in modo trasversale da tutti i gruppi politici che lo compongono visti i continui disservizi nel pianeta sanità del Sulcis Iglesiente. Insieme al Consiglio comunale di Iglesias erano presenti i sindaci di Fluminimaggiore, Marco Corrias, di Domusnovas, Massimiliano Ventura, sindacati, associazioni e cittadini. Dopo il Consiglio i sindaci e una delegazione politica sono stati ricevuti dall’assessore regionale alla Sanità Luigi Arru. “L’assessore Arru ha preso atto delle nostre preoccupazioni, ha riferito il sindaco di Iglesias Mauro Usai dopo l’incontro con l’assessore Arru. Ci è sembrato che ci sia la sua disponibilità di convocare, a breve, un incontro con il direttore generale dell’Ats Sardegna Fulvio Moirano nel quale affrontare le questioni tecniche e risolvere i problemi sollevati nell’ultimo consiglio comunale. Nel frattempo, ha concluso Usai, è necessario vigilare affinché non si ripetano azioni indesiderate come quella dello scorso agosto che ha riguardato il laboratorio di analisi del Santa Barbara”.

La riforma della rete ospedaliera ha previsto, per il territorio del Sulcis Iglesiente, due ospedali rientranti nella categoria di Dea di I° livello: il Sirai di Carbonia e il Cto di Iglesias. “In realtà, ha spiegato Usai, negli ospedali vi è una carenza cronica di specialisti medici, e personale infermieristico. L’ospedale di Iglesias funziona come un poliambulatorio che, a causa del week surgery, lavora solo dal lunedì al venerdì. Una situazione paradossale e insostenibile”. Il sindaco di Fluminimaggiore Marco Corrias ha evidenziato come “i propri concittadini siano oltremodo penalizzati oltreché dai disservizi anche dalla distanza dagli ospedali del territorio”.

Il Consiglio comunale riunito quest’oggi in seduta straordinaria a Cagliari segue la mancata partecipazione al precedente consiglio del 4 settembre convocato sul tema specifico della sanità a cui erano invitati a partecipare l’assessore Luigi Arru e il direttore generale Fulvio Moirano. Il presidente del Consiglio comunale di Iglesias Daniele Reginali ha ricordato che a quell’incontro i due esponenti della sanità regionale non si sono presentati. Da qui la decisione di autoconvocarsi in seduta straordinaria davanti al palazzo della Regione.

Previous post

CARBONIA: MASSIDDA "NESSUN PERICOLO PER L'IMMOBILE DI VIA BATTISTI"

Next post

ILIENSES: LA BARBAGIA COME FONTE DI ISPIRAZIONE

No Comment

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.