Home»Primo Piano»IGLESIAS: AL VIA I LAVORI DELLE NUOVE RETI IDRICHE

IGLESIAS: AL VIA I LAVORI DELLE NUOVE RETI IDRICHE

di Carlo Martinelli

0
Shares
Pinterest Google+

Incominceranno la prossima settimana gli interventi di efficientamento delle reti idriche di Iglesias. Riguarderanno 2,5 chilometri di nuove condotte e centinaia di allacci in sostituzione di quelli obsoleti attraverso un finanziamento di 550 mila euro. Il nuovo intervento di manutenzione segue quello dello scorso anno durante il quale sono state sostituite circa 4 chilometri di condotte con una spesa di 761 mila euro.

“I lavori sono inquadrati in un’ottica di riduzione delle perdite e di ammodernamento delle reti idriche, spiega il neo assessore ai Lavori Pubblici Vito Didaci, in particolare nelle zone che hanno presentato problematiche negli ultimi anni, costruite decenni fa con materiali non più adatti e ormai soggetti a fenomeni di corrosione causando continui disservizi alle utenze e sprechi della risorsa idrica”.

I lavori riguarderanno le vie Belgio, De Gasperi e Einaudi, nel mese di agosto. A settembre sarà la volta delle vie Castello Salvaterra, Svizzera e Olanda. Seguiranno a ottobre le vie Amsicora, Attilio Gambula e Tenente Cacciarru. A novembre i lavori vedranno coinvolte le vie Metalla, Argentaria e Veneto. Infine a dicembre sarà la volta delle vie Carrara, Don Graziano Muntoni e Francesco Baracca.

“La città di Iglesias fa anche parte dei primi 30 comuni della Sardegna dove sarà attuato il programma di ingegnerizzazione delle reti idriche, le così dette “reti intelligenti”, aggiunge l’assessore. In pratica le reti saranno costantemente monitorate da parte dei tecnici di Abbanoa con l’ausilio di studi specialistici e misuratori portatili per l’individuazione di tratti di rete in stato di criticità, a cui seguirà l’intervento di ripristino prima della rottura della condotta”.

Nelle scorse settimane è stata anche ripristinata la rete idrica nella zona di Is Arruastas che a causa di un regolatore di pressione difettoso aveva causato problemi di approvvigionamento dell’acqua alle famiglie residenti.

“Il Comune, attraverso l’assessorato ai Lavori Pubblici, è in contatto con l’Eas (Ente Acque Sardegna) con cui abbiamo avuto già diversi incontri per affrontare il progetto di interconnessione della diga di Punta Gennarta con le altre del Sulcis Iglesiente, spiega Didaci. Il bando di affidamento dei lavori dovrebbe vedere la luce il prossimo anno con inizio dei lavori nel 2020. Sarà un’opera importante per mettere in sicurezza, durante i periodi di siccità, le aree agricole ma anche quelle urbane, con una migliore gestione dell’acqua. In questo progetto, conclude l’assessore, sarà coinvolta anche l’Igea come fornitore dell’acqua proveniente dalle miniere di Campo Pisano e Monteponi, un apporto prezioso nella continuità dell’erogazione del servizio”.

Nessun programma, invece, è previsto per il distacco di Iglesias dalla gestione di Abbanoa, nonostante fosse nota, fin dall’antichità, come “città dell’acqua” per la grande quantità di fonti naturali presenti nel territorio urbano e nelle aree circostanti.

Previous post

PADOVA-AMALFI ANDATA E RITORNO

Next post

CAGLIARI CALCIO: IL NUOVO RUOLO DI ANDREA COSSU

No Comment

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.