Home»Sulcis Iglesiente»CORTOGHIANA: BICE, UNA GRANDE PICCOLA GUERRIERA

CORTOGHIANA: BICE, UNA GRANDE PICCOLA GUERRIERA

di Mariella Dessì

13
Shares
Pinterest Google+

Vorrei condividere con i lettori della Gazzetta del Sulcis Iglesiente online la gioia per il compleanno di una amica carissima, Bice Cherchi in Piredda, che abita a Cortoghiana e che oggi, 13 ottobre,  spegne le sue Cento candeline.

Auguri Bice a kentu bint’annos!

Una grande piccola Donna – nata sotto una buona stella –  dallo sguardo mite e dal viso dolcissimo contornato da lunghi e argentei capelli, raccolti morbidi sulla nuca, che ha affrontato la vita con fiducia e ottimismo, con grande  intelligenza e senso pratico.

Una donna che è riuscita ad assorbire il lato buono della vita che si è aperto davanti a lei anche nei momenti più difficili. Le sue esperienze di vita  hanno forgiato un carattere aperto e disponibile,  di grande sensibilità, amante della natura e degli animali e rispettoso verso il prossimo. Amata da tutti:  figli, nipoti e amici per il suo carattere gioioso, leale e generoso.  E son convinta che questo suo ESSERE sia l’elisir di lunga vita, che l’ha resa forte  nella sua longeva esistenza, che si è goduta e si gode passo dopo passo: ogni piccolo momento, ogni incontro, ogni alba e tramonto.

Ora si gode la vecchiaia, con qualche acciacco, ma senza mai abbattersi, infatti quando si riprende è piu in forma che mai. E anche questo è un lato del suo carattere, mai burbera, sempre pronta al sorriso, e fiduciosa verso gli altri, che si prendono cura di lei.

Io penso che Lei sia un essere speciale, che possegga dei supergeni: le zanzare non la pungono, non soffre il freddo e vederla girare in inverno solo con i calzini e le gambe scoperte, mi fa rabbrividire!  Quando ha voglia di raccontare, anche  se le storie le ho sentite tante volte, mi incanta sempre la sua narrazione, precisa, sia dei luoghi dove è cresciuta, che delle persone di cui cita i nomi e i cognomi.

Non gliene frega niente del tempo che passa, non guarda l’orologio ( anche perché ci vede poco), vive serena la sua lunga e tranquilla esistenza e quando Mauro ( il figlio ), tutte le sere dopo il lavoro, va a salutarla e affettuosamente le chiede :”Come va?” lei, con un sorriso, risponde:” Gherrigendi”! (combattendo la vita).

Auguri  Bice

E lunga vita

Previous post

IL VIAGGIO INCANTATO: INTERVISTA A CLAUDIA DESOGUS

Next post

MADEDDU (AMICI DELLA VITA SULCIS), FETOPATIA ALCOLICA: DOVE SONO I FONDI DELLA LEGGE 12/2014?

No Comment

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.