Home»Ambiente»CARBOSULCIS: CHIUDE LA DISCARICA DEI RIFIUTI SPECIALI

CARBOSULCIS: CHIUDE LA DISCARICA DEI RIFIUTI SPECIALI

di Gianni Podda

6
Shares
Pinterest Google+

Carbosulcis, unica sopravvissuta miniera carbonifera in Sardegna con cantiere nel comune di Gonnesa, ha deciso di chiudere la propria discarica di “Rifiuti Speciali non pericolosi” nella quale, non senza polemiche sulla forma di approntamento e gestione, sono stati abbancati le ceneri e i gessi provenienti dalla centrale Enel di Portovesme, alla quale Carbosulcis ha fornito poche centinaia di migliaia di tonnellate di carbone estratto. Ma poiché Enel non sta più utilizzando carbone dal quale provenivano le ceneri-gesso, Carbosulcis ha deciso di chiudere la discarica la cui polverosità è stata, fino a questo momento, la più consistente penalizzazione ambientale degli abitanti di Cortoghiana, il cui centro abitato si trova a poca distanza e sottovento del dominante maestrale.

Sia pure con notevole ritardo Carbosulcis ha deciso di chiudere la succitata discarica ricoprendola di un  manto di materiale argilloso, tale da evitare la polverosità denunciata. Per poter procedere a tale operazione la società carbonifera ha pubblicato il bando per la fornitura di 87 mila tonnellate di terra argillosa per la cui operazione ha preventivato la spesa di 1.170.560 euro. Le domande di partecipazione alla gara dovranno pervenire a Carbosulcis entro il 4 aprile prossimo. La gara sarà valida anche in presenza di un solo concorrente.

Previous post

BOCCIATA DALLA CONSULTA LA NORMA CHE PERMETTE IL TRANSITO DEL PERSONALE "HYDROCONTROL" E "SIGMA INVEST" NELLA REGIONE

Next post

LETTERA IN REDAZIONE: LA SOLITUDINE DEI MIRACOLATI

No Comment

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.