Home»Un tocco di notizie»CARBONIA: “UN TOCCO DI NOTIZIE” IL GIORNALISMO DI UN MONDO INESPLORATO

CARBONIA: “UN TOCCO DI NOTIZIE” IL GIORNALISMO DI UN MONDO INESPLORATO

di Gesuina Intilla

6
Shares
Pinterest Google+

Chi soffre di un disagio mentale il più delle volte viene emarginato dalla società ampliando quelli che sono gli effetti della patologia mentre, l’aggregazione unito all’ascolto può creare un aiuto per limitarne l’avanzare, se non la regressione, in questo caso  utilizzando l’arte dello scrivere come mezzo riabilitativo psichiatrico può fornire un valido aiuto. Il Centro Diurno del Centro Salute Mentale di Carbonia  ha da alcuni anni, tra i suoi percorsi riabilitativi psichiatrici, l’attività del “Laboratorio di Scrittura”, dal quale è già stato realizzato il romanzo: Anime inquiete… boh” (pettirosso editore – 2016) curato dallo scrittore, poeta e giornalista Claudio Moica, che a titolo gratuito, ha messo a disposizione la sua professionalità per la realizzazione del laboratorio, in collaborazione con l’associazione di volontariato Albeschida; inoltre lo scrittore ha maturato una buona esperienza nell’ambiente della salute mentale realizzando degli incontri di scrittura già negli anni passati, anche nel reparto Servizio Psichiatrico Diagnosi e Cura del Presidio Ospedaliero Sirai di Carbonia, che hanno portato alla stampa della raccolta di poesie scritte dai degenti del Reparto Servizio Psichiatrico: Poesie +o- xfette (pettirosso editore – 2015).

Verificato il buon esito di queste  esperienze,  dove l’utenza del Centro Diurno del Centro Salute Mentale di Carbonia, ha già iniziato un percorso in cui la malattia mentale è stata affrontata in modo globale, integrando l’ambito sanitario con quello sociale,  e dove sono state supportate e potenziate le abilità proprie di ogni utente, si è ritenuto di proporre un nuovo laboratorio di scrittura questa volta ad indirizzo giornalistico, con la collaborazione dello scrittore, poeta e giornalista Claudio Moica, che ha presentato un progetto di disponibilità a titolo gratuito, per la realizzazione del laboratorio.

Nella realizzazione del progetto di laboratorio di scrittura giornalistica, il paziente sarà accolto come persona, prima ancora che come portatore di un disturbo, e la collaborazione dei volontari delle associazioni Albeschida e Associazione Sofferenti Psichici, sarà una risorsa importante per creare un clima positivo e favorevole ad un reale percorso riabilitativo psichiatrico, inoltre in questo laboratorio, si propone anche l’apertura al mondo esterno del Centro Diurno, anche con interviste rivolte a personaggi del mondo politico, sociale, artistico, scolastico, lavorativo e della sanità, si contribuisce in questo modo anche ad abbattere lo stigma nei confronti della malattia mentale.

I partecipanti, formati da pazienti, ma anche da volontari delle associazioni ASP (associazione sofferenti psichici) e Albeschida, saranno distribuiti in gruppi che metteranno in essere una vera e propria riunione di redazione, dove saranno decisi gli argomenti da trattare, i lavori saranno selezionati per essere poi pubblicati sul settimanale “La Gazzetta del Sulcis Iglesiente”.

Se l’argomento trattato verterà su tematiche riguardanti il disagio mentale, ci sarà l’intervento di uno psichiatra a completezza dell’articolo.

L’obiettivo generale  del progetto è favorire l’abbattimento di pregiudizi e una falsa cultura, negativa nei confronti della salute mentale e realizzare interventi positivi volti al miglioramento della qualità della vita del paziente affetto da disturbo mentale, rafforzando in lui l’autonomia, il senso di responsabilità e la consapevolezza che la propria esperienza può essere di aiuto ad altri, creando cultura in tema di Salute Mentale.

Stabilendo rapporti con specifiche realtà sociali e culturali del territorio, nell’ottica di proporre il disturbo mentale, si opera sul piano culturale e sociale, si favorisce la “conoscenza” delle persone attraverso l’attività di carattere artistico di scrittura giornalistica.

Tale progetto è finalizzato alla promozione della cultura relativa all’abbattimento dello stigma sul disturbo mentale e alla promozione del benessere della persona.

I risultati attesi sono quelli di realizzare un efficace percorso riabilitativo per ogni utente e sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza del superamento dello stigma, derivanti dalla realizzazione del laboratorio di scrittura giornalistica, con la stesura di articoli che saranno pubblicati sul settimanale la Gazzetta del Sulcis Iglesiente, di argomenti diversi e anche  inerenti la “salute mentale”. Partner del progetto sarà il Rotary Club di Carbonia che si è attivato nel reperire fondi per finanziare l’iniziativa.

 

Dottoressa Gesuina Intilla

Dirigente Medico di Psichiatria

Centro Salute Mentale Carbonia

Dipartimento Salute Mentale e Dipendenze

ATS Sardegna  ASSL Carbonia

Previous post

FLUMINIMAGGIORE: VENDEVA LE DOSI DELLA DROGA IN CASA. ARRESTATO

Next post

CARBONIA: IL "FANTASTICO" ALBERO DI NATALE METTE D'ACCORDO TUTTI

No Comment

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.