Home»Cagliari & Dintorni»CAGLIARI: SGOMINATA UNA BANDA DI TRAFUGATORI DI SALME

CAGLIARI: SGOMINATA UNA BANDA DI TRAFUGATORI DI SALME

di Michele Saba

2
Shares
Pinterest Google+

Avevano pianificato di trafugare non solo la salma di Enzo Ferrari, fondatore della plurititolata scuderia, dal cimitero di Modena, ma anche le spoglie del tenore Luciano Pavarotti dal camposanto di Montale Rangone, non lontano da Modena. Pesanti condanne per la banda accusata dalla Dda di Cagliari di associazione a delinquere e traffico di droga e armi.

Il Gup Michele Contini, al termine del processo con rito abbreviato, ha condannato a 20 anni di reclusione il presunto boss Antonio Mereu, conosciuto anche come Caddina, emettendo altre diciassette condanne tra i dieci anni e un anno e quattro mesi per gli altri imputati. Sono state accolte dunque quasi interamente le richieste del procuratore aggiunto Gilberto Ganassi, coordinatore dell’indagine. La banda, stoppata dalla Direzione distrettuale Antimafia, era attiva tra l’Emilia Romagna e la Sardegna, con base ad Orgosolo.

Per quanto riguarda il piano di furto delle due salme, è emerso tramite le intercettazioni, ma la banda non è riuscita a metterlo in atto perché erano già partiti gli arresti da parte dei carabinieri. Il fine era, ovviamente, quello di chiedere il riscatto ai familiari in cambio della restituzione dei corpi. A Nuoro, nel mentre, è cominciato il dibattimento ai restanti imputati.

Previous post

BUGGERRU, "ALL'OMBRA DELLA SIRENA" DI ROBERTO CAMEDDA: LA VITA DI MINIERA NEI RACCONTI DEI PROTAGONISTI

Next post

MORTE NEONATO A MONSERRATO: IPOTESI OMICIDIO COLPOSO

No Comment

Leave a reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.