Gazzetta del Sulcis Iglesiente - Settimanale della Provicia Carbonia Iglesias  
  
   > Home

 

   > Sommario

 

   > Lettere

 

   > Abbonamenti

 

   > Archivi

 

   > Ricerche

 

   > Prime Pagine

 

   > Ed. Librarie

 

   > Inserzionisti

 

   > Contatti

  

Ricerche

ATTIVATO IL PORTALE “SARDEGNA MIGRANTI”
(N° 409 - del 10/2008)


ATTIVATO IL PORTALE “SARDEGNA MIGRANTI”
Romina Congera

Ha iniziato la sua attività il portale SardegnaMigranti, interamente dedicato alla comunicazione di informazioni riguardanti le migrazioni da e per la Sardegna. I destinatari sono gli emigrati sardi e gli immigrati che arrivano nell’isola da altri paesi, in particolare extraeuropei. Il sito include in una unica “home page” notizie sull’emigrazione e sull’immigrazione, considerati sezioni ed aspetti di un unico fenomeno, il movimento degli uomini nel mondo. Nel portale c’è anche uno spazio dedicato alle notizie e alle informazioni dell’Ultim’ora Per collegarsi basta digitare www.sardegnamigranti.it o andare nel sito della Regione www.regione.sardegna.it e poi cliccare sulla scritta “SardegnaMigranti”.
SardegnaMigranti ci propone un’immagine della migrazione come fenomeno composito, vario, come fonte di ricchezza per la nostra isola, per gli aspetti economici, sociali, culturali. Gli emigrati e gli immigrati ricevono la stessa attenzione paritaria, per quanto sussistano differenze tra le due tipologie di movimento. Il sito vuole essere uno strumento di comunicazione immediata sullo stato della migrazione in Sardegna, fruibile da tutti i cittadini. Esso mette a disposizione degli interessati strumenti operativi pratici, per dare risposte certe e precise su problemi che investono il quotidiano. Nel sito si individuano due grosse macro aree:
Sardi nel mondo e Accoglienza. I termini utilizzati per identificare le due “facce” del movimento migratorio in Sardegna sono indicative dell’approccio che la Regione e in particolare, l’Assessorato del Lavoro competente nella materia, dedicano al fenomeno.
Sardi nel mondo, rivolto all’emigrazione, evoca un movimento degli emigranti verso l’esterno dell’isola che si traduce in momenti di intensa esperienza individuale e collettiva e occasione di arricchimento relazionale, culturale. La sezione presenta nel dettaglio le informazioni Esso analizza il percorso delle migrazioni e rende disponibili documenti che indicano l’organico dei circoli sardi nel mondo, la loro organizzazione, le norme di riferimento, gli organismi che svolgono funzioni di consulenza, decisione e indirizzo delle politiche emigratorie. L’emigrazione è un percorso difficoltoso e doloroso. Le storie di vita che da essa emergono sono spesso ricche di esperienza. Una sezione si occupa di raccontarne le dinamiche e l’evoluzione. Sempre presente è la straordinaria esperienza del Messaggero Sardo, che per tanto tempo ha svolto il ruolo di collante, di anello di comunicazione tra i sardi sparsi nel mondo e la terra di origine.
Accoglienza richiama l’ospitalità che caratterizza il rapporto tra i sardi e i migranti che scelgono la nostra isola come luogo di destinazione. La Sardegna si propone anche nei suoi atti formali come terra di pace e di accoglienza, premesse fondanti di un rapporto con le altre culture basato sullo scambio e sull’arricchimento reciproco. Nella sezione Accoglienza vengono presentate le associazioni cui partecipano primariamente gli immigrati presenti in Sardegna. Le associazioni allo stato attuale sono quasi venti, tendenzialmente espressione delle comunità di cittadini stranieri ma che coinvolgono anche tanti sardi. Vengono inoltre presentate le norme fondamentali per orientarsi nella legislazione nazionale e regionale, con gli atti politici e amministrativi che ne derivano. Uno spazio rilevante viene dato agli organismi che a diverso titolo e con variegate competenze partecipano a garantire un elevato livello di accoglienza dei migranti in Sardegna. Tra queste la Consulta per l’immigrazione, i Patronati Sindacali, le Prefetture, le Ambasciate e i Consolati. Lo spirito della L.R. 46/1990 si realizza ed è reso pregnante con l’equiparazione tra i cittadini italiani e stranieri nel momento in cui i servizi inerenti salute, casa, lavoro, istruzione,cultura, vengono messi a disposizione dei residenti in Sardegna senza distinzione di provenienza o appartenenza etnica. La filosofia che sottende il sito è quella di renderlo fruibile, trasparente, democratico, e quindi alla portata di tutti gli interessati. I diritti e i servizi descritti e le informazioni inerenti risultano disponibili immediatamente senza mediazioni di alcun tipo. Il portale SardegnaMigranti è sicuramente perfettibile, grazie all’apporto che vorranno dare tutti i cittadini interessati. L’immagine che esso trasmette è quello di una Sardegna che è stata e continua ancora ad essere una terra di comunicazione con altri popoli e altre culture. Una terra che percepisce l’importanza che hanno gli incontri tra i popoli, che se ben gestiti, sono portatori di scambio, nuove conoscenze e fonte di ricchezza per tutti coloro che liberamente vogliano usufruirne.




HomePage